La chiesa parrocchiale di S. Maria del Carmine, mediante bolla vescovile del 1967 è stata eletta santuario diocesano di S. Liberato Medico e Martire. Essa sorge nella frazione Calvisi nei pressi di palazzo Fiondella. Fu proprio un canonico di questa famiglia che, nel XVIII secolo, si adoperò per avere le reliquie del Santo, attualmente conservate nella cappella che si apre sul lato destro del transetto. La facciata, molto semplice, è caratterizzata per la presenza del portale d’ingresso in pietra calcarea, sormontato da un timpano spezzato che racchiude un’edicola centrale, e da un’ampia finestra che illumina l’interno. Sulla parte sinistra, invece, è posto il campanile. 

 

chiesa carmine small

 

L’interno, abbastanza ampio, mostra tracce di diversi stili architettonici: il cornicione e le lesene sono di stile neoclassico; il soffitto a cassettoni rievoca, probabilmente, quello cinquecentesco andato perduto; il transetto presenta stucchi di stile barocco. Al suo interno vi sono diverse statue lignee settecentesche, tra cui quella di S. Liberato. Al centro del soffitto si può ammirare una bellissima tela raffigurante la Vergine Immacolata con accanto simboli che si riferiscono ai suoi titoli.