Cesaide (830 m) - Monte Monaco (1320 m)

Il piccolo promontorio roccioso denominato Cesaide è il punto di confluenza dei percorsi che partono dalla Frazione Caselle e dalle località San Picozzo e Castagnete e conducono alla vetta del Monte Monaco di Gioia “Pizzu”. Lungo il percorso l’escursionista potrà ammirare rigogliosi boschi costituiti da essenze tipiche della macchia mediterranea, splendide varietà di orchidee spontanee, ripidi costoni rocciosi e numerose cavità di origine carsica. La più inaccessibile è conosciuta con il nome di “Grotta dei Banditi”, rifugio di briganti.

La leggenda narra che in essa sia nascosta una cassa piena di monete d’oro. Dopo un buon tratto di percorso si giunge ad uno spettacolare belvedere naturale su Monte Acero, la Valle del Titerno e la piana del Volturno. Raggiunta la vetta, suggestivo è il panorama che si presenta all’escursionista che, nelle terse mattinate primaverili e autunnali, può giungere con lo sguardo fino al Vesuvio ed al porto di Napoli.

 

cesaide small

 

 

Lungo il percorso l’escursionista potrà ammirare rigogliosi boschi costituiti da essenze tipiche della macchia mediterranea, splendide varietà di orchidee spontanee, ripidi costoni rocciosi e numerose cavità di origine carsica. La più inaccessibile è conosciuta con il nome di “Grotta dei Banditi”, rifugio di briganti. La leggenda narra che in essa sia nascosta una cassa piena di monete d’oro. Dopo un buon tratto di percorso si giunge ad uno spettacolare belvedere naturale su Monte Acero, la Valle del Titerno e la piana del Volturno. Raggiunta la vetta, suggestivo è il panorama che si presenta all’escursionista che, nelle terse mattinate primaverili e autunnali, può giungere con lo sguardo fino al Vesuvio ed al porto di Napoli.

 

 montemonaco small